Servizio di informazione, ricerca di informazioni, consigli tecnici, risparmio energetico, impianti panelli solari, analisi di investimento, reperimento delle migliori offerte per auto, abitazioni, indagini, inchieste di mercato, sondaggi, servizio informazioni globale per famiglie, pareri legali, professionisti e aziende, ottimizzazione siti web, servizi di pubblicità su internet (creazione campagne adword's e facebook), redazione comunicati stampa mirati, realizzazione video ricordo, eventi in italia, consulenze

PERCHE ALCUNI OGGETTI, BAGNANDOSI, CAMBIANO COLORE?

Il cambiamento di colore si deve alla quantità di luce che l'acqua riesce ad intrappolare. Tutti da bambini abbiamo giocato con la sabbia, notando che, quando viene bagnata dal mare si scurisce. Il colore dipende dalla quantità di luce che la colpisce e che viene riflessa ai nostri occhi: se, tra un granello di sabbia e l'altro, la luce trova acqua e non aria subisce la rifrazione e penetra in profondità anzichè tornare verso di noi, creando un colore più intenso.

Regolarmente i raggi di luce che vanno a colpire un oggetto vengono rifratti secondo la formula matematica chiamata Legge di Snell. La rifrazione aumenta a seconda della differenza tra gli indici di rifrazione dei materiali: passando all'aria, ai granelli di sabbia, al vetro, i raggi luminosi subiscono deviazioni di traiettoria pronunciate, così da aumentare la quantità di luce riflessa verso i nostri occhi. L'indice di rifrazione della sabbia determina una rifrazione più lineare, aumentando la quantità di luce assorbita. Si può notare lo stesso fenomeno con le fibre dei tessuti o altri oggetti che appaiono più scuri se bagnati.

 

Fonte delle Notizie: Il mensile Focus (www.focus.it)

 

Share this