Servizio di informazione, ricerca di informazioni, consigli tecnici, risparmio energetico, impianti panelli solari, analisi di investimento, reperimento delle migliori offerte per auto, abitazioni, indagini, inchieste di mercato, sondaggi, servizio informazioni globale per famiglie, pareri legali, professionisti e aziende, ottimizzazione siti web, servizi di pubblicità su internet (creazione campagne adword's e facebook), redazione comunicati stampa mirati, realizzazione video ricordo, eventi in italia, consulenze

COME SI LEGGONO LE DATE DI SCADENZA DELLE BEVANDE?

Ormai siamo tutti abituati a guardare le date di scadenza di tutto quello che mangiamo e beviamo. Ma al contrario dei cibi,  alcune bevande, se ben conservate, non scadono.
Sulle bottiglie delle bevande con un tasso alcolico superiore al 10% non c’è l’obbligo, per il venditore,  di specificare il limite, oltre il quale,  possono diventare nocive per la salute.
Mentre sulle bottiglie di Acqua, bevande analcoliche (es. thè freddo) e quelle con un tasso alcolico inferiore al 10%  viene specificata una data con la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro”,  dopo tale data il prodotto potrebbe modificare le sue proprietà organolettiche (sapore, odore, colore) e nutrizionali, ma non diventa nocivo per la salute.  Al contrario, tutti quei prodotti  deperibili, come il latte, che presentano la dicitura “da consumarsi entro”, dopo la data consigliata si modificano microbiologicamente e quindi  per motivi di sicurezza non devono essere più consumati. 

bevande 

tag: data di scadenza, limite, bere, bevande, acqua, vino, birra, thè freddo, pesca, limone, caffè, aranciata, rum, avariato, vecchio

Share this