Servizio di informazione, ricerca di informazioni, consigli tecnici, risparmio energetico, impianti panelli solari, analisi di investimento, reperimento delle migliori offerte per auto, abitazioni, indagini, inchieste di mercato, sondaggi, servizio informazioni globale per famiglie, pareri legali, professionisti e aziende, ottimizzazione siti web, servizi di pubblicità su internet (creazione campagne adword's e facebook), redazione comunicati stampa mirati, realizzazione video ricordo, eventi in italia, consulenze

CHE COSA E' IL MICROCREDITO?

Inventato dal Premio Nobel per la Pace 2006, Muhammad Yunus, il microcredito è un semplice strumento  per lo sviluppo economico. Il progetto cominciò nel 1974 quando Yunus, a capo del programma economico rurale dell'università di Chittagong, intraprese un viaggio con i suoi studenti nelle aree più povere del Bangladesh, dove a quei tempi la carestia aveva decimato la popolazione. Deciso ad impegnarsi per cambiare la situazione di quelle aree, il banchiere dei poveri, iniziòcon prestare 27 dollari ad un gruppo di donne che fabbricavano cesti, in modo da dare loro  l'opportunità  di espandere l'attività. Fino ad all'ora le donne del Bangladesh ricevevano una somma talmente bassa da non essere in grado neanche di ricomprarsi la materia prima per fare altri cesti, quindi non riuscivano mai ad avere un profitto. Il prestito iniziale diede a queste donne la possibilità di aumentare la produzione, i guadagni e in fine di restituire la somma ricevuta in prestito. Da questa esperienza nacque la Grameen Bank, Banca dei poveri, il cui obbiettivo è la totale eradicazione della povertà nel mondo, al contrario delle altre banche il cui obbiettivo è l'arricchimento di chi ne fa parte.
Yunus dichiara: "Grameen è un messaggio di speranza, un programma che consentirà di mettere la povertà in un museo, che un giorno i nostri figli visiteranno. Allora ci chiederanno come abbiamo potuto che ciò accadesse così a lungo".
Oggi progetti di  microcredito sono presenti quasi ovunque, anche nelle economie avanzate a sostegno dei cosidetti "soggetti deboli". 
In Italia, nel 2008, è nata a Bologna la RITMI- la Rete Italiana di Microfinanza- i cui Soci Fondatori sono organismi storici della finanza etica Italiana, che tentano di unire i soggetti e le bache più deboli e in difficoltà del nostro territorio. Purtroppo ancora oggi il microcredito e la microfinanza da noi sono poco diffusi, anche perchè la struttura economica del nostro paese non facilita questi progetti. Le Organizzazioni di microfinanza non sono ancora regolamentate con apposite norme, come accade invece in altri paesi Eurepei come la Francia, quindi devono trovare il modo di esistere e operare all'interno delle norme vigenti, trovando molte difficoltà per raggiungere l'obbiettivo primario della sostenibilità. Malgrado il nostro paese sia sempre in ritardo rispetto agli altri la Microcredit Summit Campaign 2009 registra che "La quota dei clienti totali raggiunti dai progetti di microfinanza tra il 2006 ed il 2007 è aumentata 
del 16%; tale percentuale è stata ottenuta grazie ad un aumento maggiore della quota clienti non 
considerati in stato di povertà assoluta (20%). Inoltre, se si dividono i dati in due macroaree 
geografiche, si nota che la variazione dei Paesi industrializzati risulta essere maggiore rispetto a 
quelli in via di sviluppo (49% contro 16%)."*

*fonte dato: teichner_il livello di prezzo nei prodotti di microfinanza_pdf  (scaricabile qui sotto)

Fonte altre notizie:

www.microfinanza-italia.org

www.grameenfoundation.org

www.microcreditsummit.org

microcredito_yunus_cesti
 

tag:microcredito microfinanza banca dei poveri credito difficoltà paesi poveri in via di sviluppo yunus nobel pace bangladesh donne lavoro uguaglianza banca economia etica solidale equo

 

Articoli che ti potrebbero interessare:

- Vivere in Ecovillaggio

- Che cosa è la Jak Bank 

Share this