Servizio di informazione, ricerca di informazioni, consigli tecnici, risparmio energetico, impianti panelli solari, analisi di investimento, reperimento delle migliori offerte per auto, abitazioni, indagini, inchieste di mercato, sondaggi, servizio informazioni globale per famiglie, pareri legali, professionisti e aziende, ottimizzazione siti web, servizi di pubblicità su internet (creazione campagne adword's e facebook), redazione comunicati stampa mirati, realizzazione video ricordo, eventi in italia, consulenze

Le vostre Domande

warning: Creating default object from empty value in /home/adomanda/public_html/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.
Alcune delle domande che ci avete mandato, alle quali abbiamo risposto gratuitamente. Rendiamo anonime tutte le domande che pubblichiamo, così da poter assicurare il rispetto della privacy di tutti gli utenti.

Come si fa la pasta di sale? com'è la ricetta?

RICETTA:

pasta-di-sale-lavoretti-vacanze-bambini-natale1 BICCHIERE DI SALE FINO

1 BICCHIERE DI ACQUA

1 BICCHIERE DI FARINA

POCHISSIMO OLIO (facoltativo)

1 CUCCHIAIO DI COLLA VINILICA (facoltativo)  

PER CONSERVARE MEGLIO E LUCIDARE flating spray

COLORI:  Se preferite usare della pasta già colorata, dovete prendere un pezzetto di pasta bianca e metterci un pochino di tempera e poi  impastate fino a che il colore non è diventato omogeneo.

Fate attenzione perché i colori tendono a scurirsi molto una volta asciutti.

Se avete la pazienza fate delle prove con strati sottili di pasta (si asciuga in fretta!).

DA FARE ALMENO UNA VOLTA CON I BAMBINI  usando coloranti naturali, come cacao, paprica, curry, zafferano ecc. si divertiranno molto e potete condire il tutto con storie dal passato, raccontandogli come una volta i pittori fabbricavano da soli i colori per dipingere i loro capolavori.

Se invece preferite lavorare con la pasta bianca, potete  procedere alla colorazione a lavoro ultimato. Potete colorare con tempere o con degli acquerelli.

(le foto non sono mie, è un collage di lavoretti trovati nel web, come la ricetta.

ho provato ieri a fare qualche decorazione di Natale con la mia piccola aiutante,

le proporzioni sono giuste, l'acqua bisogna aggiungerla piano piano, 

può bastarne anche un po' meno di un bicchiere, a seconda della finezza del sale.

Cosa sono gli hashtag (etichette) di twitter?

Dal centro assistenza di Twitter 

Il simbolo # (etichetta o hashtag in inglese) è usato per contrassegnare parole chiave in un Tweet. Ha iniziato ad essere usato dagli utenti di Twitter come metodo per organizzare i messaggi.

Le Etichette: una creazione della comunità di utenti Twitter

Siccome Twitter non fornisce un modo semplice per raggruppare i Tweet o per aggiungere altri dati ai messaggi, la comunità di Twitter ha inventato un suo modo: le Etichette. Il simbolo # ha iniziato ad essere usato come modo per categorizzare i Tweet per parola chiave. Le parole precedute dal simbolo # sono raggruppate con altri Tweet che hanno la stessa #parola. Le Etichette possono essere inserite in qualsiasi parte del Tweet e le parole chiave molto comuni spesso diventano Argomenti Popolari.

QUANTI SONO GLI ITALIANI ISCRITTI A FACEBOOK? gli italiani risultanti iscritti sono ben 21 milioni

L’osservatorio Facebook  dell’esperto web marketing,Vincenzo Cosenza,ha analizzato i dati di Facebook/ Ads, rilevando che gli italiani risultanti iscritti sono ben 21 milioni, su un popolo di internauti di 27 mln; sempre secondo i dati raccolti, il 53% sono uomini, ed il 20% risultano avere un’età compresa tra i 19 e i 24 anni.
I dati elaborati sono impressionanti, a detta di Cosenza, soprattutto perchè Audiweb precisa che 13,9 mln di utenti vi entrano quotidianamente da rete fissa, mentre da dispositivo mobile sono 7,5 su un totale di 9 milioni. 

Sempre secondo i numeri snocciolati da Cosenza - in parte basati sugli ultimi rilevamenti di Audiweb - 9 milioni di italiani si ritrovano a navigare online attraverso dispositivi mobile. Con 7,5 milioni - o 6 se si considerano gli accessi quotidiani - che controllano le proprie bacheche su Facebook attraverso tablet o smartphone.

E' OBBLIGATORIO RISPONDERE AL CENSIMENTO? COSA SUCCEDE SE NON LO RESTITUISCO COMPILATO?

E' iniziato il 9 ottobre 2011 il  15° censimento nazionale, fate bene i compiti!

A cadenza decennale, i Censimenti offrono un'immagine dettagliata dell'Italia come nessun'altra indagine può fare. Garantiscono una lettura del territorio secondo criteri uniformi e questo permette di realizzare policy consapevoli e mirate.

In particolare, il Censimento dell'agricoltura e quello della popolazione e delle abitazioni consentono di confrontare le caratteristiche dell'Italia con quelle degli altri Paesi europei poiché vengono realizzati secondo regole condivise.

A ottobre 2010 ha preso il via il 6° Censimento dell'agricoltura. I dati provvisori regionali e nazionali sono diffusi a partire dal 5 luglio 2011. A ottobre 2011 avrà luogo il 15°Censimento della popolazione e delle abitazioni. I primi risultati verranno diffusi a partire dalla primavera 2012. Infine, il 9°Censimento dell'industria e dei servizi sarà realizzato a maggio 2012.

Ad oggi il questionario del 15° Censimento della popolazione è stato recapitato a più di 22 milioni e mezzo di famiglie.

Share this
Condividi contenuti